fbpx

Special Guest

Un'edizione top

L’anno di Labyrinth#2 vede la presenza di Star che raccontato il design da un’ottica privilegiata, quella di chi per anni lo ha raccontato dalla redazione di una delle riviste italiane più  iconiche del settore, AD e quella di chi il design lo interpreta in maniera visionaria, unica, elegante e provocatoria.

Ettore Mocchetti e Carlo Rampazzi sono i due grandi protagonisti ospitati dalla VDW e dal Maestro Marcello Morandini nella sede della omonima Fondazione .

ETTORE MOCCHETTI
storico Direttore della Rivista AD

Nato a Solbiate Comasco il 24 agosto 1941. Dopo il liceo si laurea in architettura al Politecnico di Milano. Si specializza in “graphic design” e “interior design” e prosegue nel coltivare entrambe le sue passioni, l’architettura e il giornalismo, realizzando numerosi allestimenti e mostre in Italia e all’estero nonché la progettazione di alcune linee editoriali di successo per l’editore Arnoldo Mondadori. Nel 1975 collabora con l’architetto Oscar Niemayer, con il quale cura la pubblicazione di lavori e progetti urbanistici. Dal 1970 al 1977 è direttore artistico del settimanale Epoca. Negli ultimi anni ’70 è chiamato dalla Rizzoli negli anni dal 1978 al 1980 per il restilyng di alcuni periodici fra cui L’Europeo e negli stessi anni firma le scenografie di alcune commedie di successo per il teatro e la TV.

Nel 1980 Giorgio Mondadori lo chiama alla direzione artistica del suo nuovo gruppo affidandogli successivamente nel 1981 il progetto e la direzione della rivista internazionale di architettura, design e arredamento AD, Architectural Digest. Nel 1986 fonda Bell’Italia e nel 1993 Bell’Europa con l’obiettivo di trattare in modo innovativo il turismo culturale, la documentazione e la salvaguardia dei beni ambientali, architettonici e artistici in Italia e Europa.Docente presso l’Università di Firenze nel corso di Laurea in Cultura e Progettazione della Moda, si occupa attivamente della riqualificazione e della individualizzazione dei mestieri d’arte in Italia. E’ membro dell’Istituto di Studi Superiori “Gerolamo Cardano” promosso dall’Università dell’Insubria.

Tra le ultime pubblicazioni: L’Oggetto Cartier (con Franco Cologni), Il Passato Ritrovato, Millenium, Italian Style.

CARLO RAMPAZZI

Achitetto, designer e artista elvetico Ha ottenuto le sue qualifiche in architettura e interior design a Lugano e Parigi. Ha iniziato la sua carriera nel 1970 come designer internazionale, creando uno stile neo-massimalista che lo ha visto interpretare i mobili classici attraverso un tocco contemporaneo. Nel 1974 ha fondato la sua azienda Selvaggio SA, con sede principale ad Ascona, Svizzera. Seguendo questo percorso creativo, nel 1988 ha lavorato con Alessandro Mendini. All’inizio degli anni ’90 è diventato uno degli interior designer di maggior successo del mondo, lasciando il suo segno inconfondibile in molti progetti ben noti, tra i quali il Gran Hotel Tschuggen di Arosa, l’Hotel Eden Roc di Ascona e il Carlton Hotel a St.Moritz. Nel 2003 ha fondato, in collaborazione con Sergio Villa, una propria linea di edizioni limitate di mobili, accessori e tessuti. Recentemente ha scoperto un interesse per la moda e per il design calzaturiero. La sua creatività apre le porte delle case del mondo alle famiglie che apprezzano non solo il suo talento artistico, ma la sua capacità di capire i loro sogni e fantasie. Nuovo concetto di Carlo Rampazzi, “Maximinimalismobili” deve essere inteso come una risposta al mainstream attuale nel design. Ignorando le idee in voga, la sua creatività visionaria, unifica nuovamente passato, presente e futuro in un design senza tempo. Esso riflette la sua visione di coniugare il design barocco opulento della sua collezione “opus futura” con le ridotte, linee semplici e chiare della collezione minimal.
IL PATROCINIO DI
IL SOSTEGNO DI

VARESE DESIGN WEEK | C.F. 95087380127