Designer e Artisti

AeL CROCI

La nostra azienda, AeL Croci, venne fondata nel 1911 a Malnate (Va) come produttrice di cementine. Successivamente si è ampliata, trasferendosi a Milano e specializzandosi nella lavorazione di mosaici, marmi, pietre, ambito in cui tutt’ora è conosciuta a livello internazionale. Abbiamo realizzato showrooms per varie case di moda come Dolce&Gabbana, Cavalli e Bulgari, alberghi di lusso in Italia, U.S.A, Turchia e realizzato abitazioni per regnanti sauditi e altri privati. Abbiamo aperto uno show-room a Varese, in Piazza Motta, in cui è possibile visionare tutta la nostra produzione, unitamente a marchi di Ceramiche molto conosciuti. Un carattere distintivo della nostra azienda è quello di fornire materiali di primissima qualità e seguire il professionista e il committente in tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione fino alla sua realizzazione. L’obiettivo primario è quello di aiutare il cliente o il professionista a trasformare i propri desideri/concetti, in progetti e materiali concreti, scelti e lavorati appositamente per lui. In questo modo cerchiamo di rendere il progetto unico, facendo sentire il cliente partecipe e protagonista in tutte le fasi del lavoro.

www.aelcroci.it

Esposizione presso Color Temporary

ANDREA ALBANESE

Per Andrea Albanese, artista varesino, le immagini nascono spontanee, ciò che sente in quel particolare momento, libero da schemi, prende corpo sulla tela. Si rimane conquistati dalla profondità, dalla ricchezza e varietà delle tecniche. Sempre sperimentale, non rinuncia mai al colore e alla libertà compositiva. I quadri sono senza titolo per una scelta di libertà. I quadri gorgano da differenti momenti, per l’esigenza di liberare la mente dai vincoli e dalle costrizioni di cui tutti nella vita siamo vittime. Corposità del colore, materia che si aggruma, si fa spessa, tangibile, che da corpo ai movimenti, ai tormenti intorno agli oggetti, una materia che può essere sabbia, colla, segatura o altro ancora. Usa anche colori forti in quadri a volte riccamente composti, a volte monocromatici. Preferisce lavorare su grandi dimensioni. L’arte è lo sfondamento della superficie bidimensionale del quadro, l’arte è una finestra sui mondi possibili. Attirato dalla problematicità della materia, dalla difficoltà di trattarla. Azzurri tranquilli e riposanti ci conducono a sogni aerei e angelici, poche pennellate, scritte, se scritte sono indecifrabili ai più: richiamo d’oriente. Sogni evocativi e allusivi a un fascinoso e affascinante mondo lontano, i cui echi ci portano al desiderio di pace e di silenzio, alla meditazione, alla ricerca interiore. A chi osserva il compito di ritrovare, al di là dei colori e delle forme, le proprie luci, le proprie aspirazioni e i propri sogni.

www.andrealbanese.it

Esposizione presso Cellini

AVBM arredi su misura

AVBM arredi su misura, è una realtà artigianale che affonda le proprie radici nel cuore della Brianza e si dedica, da sempre, alla creazione di mobili e complementi d’arredo su misura. La vision aziendale miscela il valore e il rispetto della tradizione al gusto per la modernità e la sperimentazione delle nuove tendenze nel settore. La mission è creare arredamenti che si adattino alle reali esigenze dei committenti e che diventino espressione di gusto e personalità. La sapienza dell’artigiano, tramandata da più di 50 anni dal fondatore Vittorio al figlio Lucca, affermato architetto, si coniuga, così, alle competenze tecniche orientate alla modernità, indispensabili per tenersi al passo con i tempi e abbracciando il mondo dell’arte, del design e dell’artigianato. Un valore primario, quello dell’eco – sostenibilità, si è tradotto in un impegno concreto, prendendo in attenta considerazione i diversi aspetti e le diverse implicazioni nelle attività progettuali, produttive e logistiche. In questa prospettiva l’ambizione e l’impegno è di produrre arredi – belli e funzionali, durevoli e di qualità, spesso pezzi unici e nel limite del possibile ad impatto zero. Arredare è un’esigenza, ma soprattutto un piacere. L’azienda vanta numerosi riconoscimenti e premi d’eccellenza, nonché collaborazioni prestigiose anche a livello internazionale.

www.avbmarredisumisura.it

Esposizione presso Color Temporary

SAMUELE ARCANGIOLI

Artista che vive e lavora a Varese. In anni di studio e di passioni ha tracciato un percorso pieno di significati e di gran rispetto innovativo. In questa ricerca, gli sguardi sono stati il riferimento più importante. La particolarità del lavoro di Arcangioli è evidente fin dalla scelta del supporto pittorico, il legno, materiale caldo con una vita già scorsa. Su queste superfici l’olio e i carboni generano lo spazio e la profondità da cui emergono, attraverso inquadrature taglienti e ravvicinate, sguardi intensi e diretti. Oltre ad aver fatto numerose mostre personali e collettive, ha partecipato alla 54ª edizione della Biennale di Venezia, nell’evento collaterale Neoludica – Art is a game 2011-1966, dove ha presentato tra gli altri ritratti anche quello della figlia di Lord Byron, Ada Lovelace.

Esposizione presso Color Temporary

CAIELLI E FERRARI CON ARMANI CASA – GLAM

Disponibile in una singola misura, Glam è stato progettato come tavolo da toeletta e di conseguenza, presenta una semplice, ma funzionale linea di design utile a questo scopo. Esso è composto da un largo tavolo (120×50) con parti laterali ricurve, e una linea di contorno in oro. Sul lato frontale vi sono tre cassetti meccanici ideati per il contenimento degli oggetti impreziositi dalle classiche maniglie di Armani Casa. La parte superiore di 12 cm è supportata da due gambe metalliche tubolari con una sezione rettangolare sui due lati esterni laterali. Il tavolo da toeletta Glam è disponibile in Rubelli Fabric Faro di color fango (con smalto grigio metallizzato all’interno dei cassetti). Al fine di renderlo un tavolo da toeletta completo, è stato fissato uno specchio circolare ben illuminato del diametro di 40 cm. Lo specchio è in grado di ruotare su ambo gli assi e in due direzioni; sopra, sotto, sinistra e destra. I dettagli sullo specchio sono rifiniti in oro, e il lato perimetrale circolare esterno dello specchio in vetro satinato è retroilluminato da un sistema LED che genera una luce calda. L’illuminazione viene regolata da un interruttore posizionato sul retro dello specchio. Il cavo della corrente elettrica fuoriesce dalla parte inferiore della gamba sinistra ed è adatta per le prese elettrice d’Europa, Regno Unito e USA. Un’ulteriore interessante caratteristica di questo specchio è l’inclusione di un circolare magnifying glass all’interno del lato destro dello specchio. Questo elemento permette all’utilizzatore di usufruire di una lente di ingrandimento per usi specifici. Tutti i dettagli estetici di questo tavolo da toeletta rendono Glam un prodotto prezioso e affascinante dal grande impatto visivo. Prodotto made in Italy.

www.caiellieferrari.com

Esposizione presso Paolo Tonali

CAIELLI E FERRARI CON GESSI 316

La creatività e lo stile Gessi, hanno saputo infondere nell’acciaio stesso una percepibilità totalmente nuova, dando a un materiale usualmente “tecnico” e freddo, un calore inedito, una capacità arredativa speciale.
Gessi ha infatti arricchito il corpo del rubinetto di particolari estetici e decorativi, quali texture e pattern con motivi di diverso gusto, maniglie e canne differenziabili, finiture di charme contemporaneo e un innovativo sistema di lavabo modulare.

www.caiellieferrari.com

Esposizione presso Color Temporary

ANNAMARIA CAMMILLI

Dalla città di Firenze, culla di arte e bellezza, Annamaria Cammilli propone uno stile inconfondibile di gioielleria con un design esclusivo 100% made in Italy. Una speciale finitura esalta la profondità delle forme originali di queste creazioni, con sapienti giochi di lucido-opaco che rendono questi gioielli inconfondibili e unici nel loro genere. Come tutti i brand con un loro stile, un gioiello Cammilli lo si riconosce senza leggere l’etichetta; un design unico, ispirato alla natura, che si esprime al meglio con speciali colori dell’oro: dai classici bianco e giallo, quest’ultimo rivisitato in due differenti sfumature, ai colori particolari come l’Arancio albicocca, il sofisticato Natural beige, il romantico Pink champagne e infine l’inedito e magnetico Nero lava. Cammilli è la sola azienda nel mondo che propone le proprie collezioni in ben sette colori di oro diversi, tutti ottenuti con speciali leghe, frutto di sperimentazione ed esperienza trentennale dei maestri orafi fiorentini della Maison. Ognuna di esse è inoltre suddivisa e raccolta in quattro macro concept di design e ispirazione: Essential, Vision, Flower e Texture. Cammilli è oggi punto di riferimento anche nel panorama del design internazionale, grazie al primo premio Couture Design Awards di Las Vegas conseguito con il favoloso gioiello Sultana, una delle creazioni che avranno posto alla speciale esposizione presso la Gioielleria Marelli per la Varese Design Week.

www.annamariacammilli.com

Esposizione presso Gioielleria Marelli

COCOON LUXURY 4 PETS 

Brand di nicchia che propone prodotti unici, caratterizzati da un design studiato su misura in base alle esigenze dei nostri cuccioli, ma senza tralasciare l’importanza dell’arredo di casa. L’idea nasce da Rossella Magnani, giornalista e consulente di comunicazione, in collaborazione con l’affermato designer Gianluigi Roman per soddisfare la costante crescita del settore dedicato al “pet-living e outdoor” che spinge un pubblico elegante ed esigente ad una visione del cane e del gatto come veri e propri membri della famiglia.

Facebook

Esposizione presso Veratti Casual Gourmet

Malù Cruz Piani

Opera in un ambito liminare tra la scultura e la progettazione strutturale, ricercando punti di contatto e affinità tra le diverse discipline grafiche e le espressioni artistiche. La sua è una ricerca che va oltre lo specialismo delle singole prassi, muovendosi in uno spazio tangente, alla scoperta di nuove e inedite soluzioni, indagando i punti di confluenza tra le diverse forme espressive e seguitando il tragitto di certe costruzioni minimaliste. L’obiettivo è quello di andare oltre la mera progettazione formale, al di là della sola composizione o costruzione geometrica, mai rinunciando al riferimento umanistico e concettuale. Nelle sculture-design, Malù Cruz Piani coniuga sapientemente una progettazione asciutta con la propria ricerca scultorea innovativa, costruita sulla scorta dei sentieri dell’espressionismo contemporaneo.

www.malucruzpiani.com

Esposizione presso ANCE e Cellini

GIOVANNI DAL CIN

Progetto e realizzo oggetti di upcycle design, arredi e complementi, utilizzando prevalentemente pezzi di recupero, vecchi attrezzi da lavoro, materiali edili provenienti da demolizione, legni spiaggiati e ferri arrugginiti. Testimonianze di un sapiente lavoro artigianale oramai in disuso, o semplici scarti, mi piace ripensarli attraverso un riuso creativo, ridando loro una nuova dignità e un valore. Dal 2014 ho creato il brand WDA – WilDesignArt e, in particolare attraverso il progetto “Ogni cosa è illuminata…”, autoproduco lampade e installazioni luminose, sia come pezzi unici sia in piccola serie. Partendo sempre dalla ricerca di oggetti che mi colpiscono, sono affascinato dall’idea di ridare loro una seconda opportunità, recuperandone forma e materia, contaminandoli tra loro o con l’aggiunta di nuovi elementi. Li assemblo esclusivamente a secco con sistemi meccanici, senza l’uso di colle, con un’attenzione particolare anche ad una loro futura ri-dismissione. In questa originale ricerca espressiva, l’inserimento della luce come nuova funzione, in particolare usando la tecnologia led, svolge un duplice ruolo, di attualizzazione e valorizzazione, sovrapponendosi con la sua immaterialità a forme che, pur rimanendo riconoscibili, regalano sempre effetti sorprendenti.

www.wildesignart.it

Esposizione presso Color Temporary e Jeff De Bruges

MARI DEL BUONO

Attraverso viaggi intrapresi alla ricerca di luoghi e dimensioni sottili è riuscita a esprimere una creatività di origine Energetica-Spirituale che ama definire Arte Impersonale. Questa espressione può diventare del tutto personale per coloro che ritrovano nel simbolismo la propria espressione individuale.

Esposizione presso Pirola, Borgo Degli Artisti, Paolo Tonali

KIM DE RUYSSCHER

Kim De Ruysscher (Wilrijk 1973) è conosciuto per le sue spettacolari sculture ed installazioni. Dopo essersi laureato alla Saint Lucas University di Gent (Belgio), specializzandosi in pittura, si trasferisce a Carrara (Italia) per poter realizzare sculture in marmo. La gran parte delle sue opere consiste in sculture di oggetti quotidiani. Alcuni di questi lavori posso essere considerati come reminiscenze delle “soft sculptures” di cibo ed utensili dell’artista pop art “Svedese-Americano” Claes Oldenburg o i soggetti “Balloon” del postmodernista Jeff Koons. Tuttavia, questi artisti utilizzano materiali quali gesso, plastica ed acciaio inossidabile, a differenza di De Ruysscher, il quale crea i suoi oggetti quotidiani da pietre naturali. La scultura appare come il prodotto di una studiata perfezione, enfatizzando la banalità della vita quotidiana. De Ruysscher vie e lavora a Varese, in Italia dal 2014.

www.kinderuysscher.com

Esposizione presso Futuro Anteriore Spazio Tempo

DIGILED – Carlo Gamberoni

Nato a Gavirate nel 1960. Dal 2000 si occupa di tecnologia a LED, passione nata casualmente: “… ricordo di aver visto per la prima volta questa tecnologia esposta in una fiera a Milano. È stato amore a prima vista. …”. Pochi giorni dopo, assunto nella suddetta azienda, si occupa di affiancare produzione e vendita. Nel 2006 decide di proseguire su questa strada aprendosi un proprio ufficio con annesso show room. Oggi la velleità di creare e personalizzare nuovi modelli di lampade lo ha portato ad aprire un laboratorio/ufficio presso Luvinate dove coinvolgendo con entusiasmo alcuni giovani ha creato un nuovo brand intorno al quale ruoteranno tutte le sue creazioni.

www.digiled.it

Esposizione presso Riboldi Cucine e Morandi Tour

EXTROVERSO

ExtroVerso nasce dall’esperienza e dalla passione per il design, l’arredamento e gli oggetti; vuole valorizzare la bellezza italiana fatta di tradizioni, forme artistiche e artigianato di altissimo livello e maestria. Prodotti italiani di design e life style, ma dalla qualità artigiana tipica delle migliori aziende italiane. Extroverso costruisce “ponti” e “snodi”, rappresenta un luogo di incontro fra sensibilità, progetti, linguaggi e identità internazionali. Un network di persone creative, dinamiche ed entusiaste, che continuamente si confronta, cresce e si valorizza, nel progetto creativo di un oggetto, di una forma che diventa così molto più di un tavolino, una seduta, un arredo… Ciò che sta dietro all’oggetto creato è la vera essenza di ExtroVerso: la visione, l’arte, il talento del saper trasformare l’idea in forma, esprimendo così il proprio talento individuale, ma soprattutto la capacità di confronto, di ascolto e di crescita, che solo un buon lavoro di squadra può garantire. ExtroVerso coniuga modernità e tradizione attraverso l’interpretazione di artisti e designer selezionati dalla fondatrice Manuela Dello Strologo.

www.extroverso.it

Esposizione presso Libreria Ubik, Falconeri, Color Temporary

LAURA FASANO

Laura Fasano è nata a Torino nel 1957, città in cui è vissuta fino al 1985. Dal 1985 inizia un periodo di viaggi e trasferimenti all’estero, che la portano a riscoprire la sua sensibilità artistica. Nei suoi dipinti, colori tenui e smorzati danno vita a giardini misteriosi, in cui una natura domata riacquista la sua libertà. Statue ed architetture inghiottite dalla vegetazione animano opere dalla bellezza silenziosa, in cui è costante la presenza dell’acqua. Il passato emerge attraverso la riproduzione di sculture più o meno celebri: la scelta dell’angolazione, l’espressività dei volti ed il pathos conferito da un misto di luci e ombre conferiscono a ciascun soggetto una dignità nuova e vera. Forte dell’esperienza scultorea, non teme l’uso del gesso per esaltare la rotondità e la concretezza delle statue ed impreziosisce le sue tele attraverso incrostazioni ed inserzioni materiche.

www.laurafasano.artistaonline.it

Esposizione presso Apex

MAX FRATTINI

«Col nome “Lumen” l’artista ha designato un gruppo di sue tele lasciate per lo più grezze, solcate in senso orizzontale e verticale da strisce e fasce di colori acrilici luminescenti, tali da prestarsi a una duplice visione, diurna e notturna…», scriveva Vanni Scheiwiller nel libretto pubblicato” nel 1985. I “Lumen” sono a volte componibili fra loro per decorare interi ambienti, alcuni dei quali già realizzati da Frattini in edifici pubblici in Italia e all’estero. Opere-ambiente, dunque, che l’artista offre al mondo perché il mondo interpreti a suo gusto lo slancio cromatico, l’accensione del blu del rosso del giallo, la purezza dei bianchi, la velocità del segno e il suo continuo mutare che lo rende simile al magico incedere di una medusa. «Ciò che più mi seduce è la levità del suo linguaggio, intriso invece di venti vivaci e di desiderio costruttivo, armonico», ha scritto il poeta Mario Luzi, e versi su tela sono, di fatto, i serpeggianti arcobaleni di Vittore, disordini del ritmo che indagano nella profondità dello spazio e lo irridono, danzano intorno a noi come spiritelli gentili sconfiggendo il buio del pensiero. Una piccola provocazione? Forse sì, ma soprattutto il distacco dall’omologazione accademica e formale, il sorriso dell’artista libero e padrone del suo fare, lontano dal dominio del tempo e delle mode, felice di poter ancora dare, anche nella maturità avanzata. Vittore immagina percorsi di colore come torrenti di lava, capricci d’acqua, venature di ghiaccio, prati solcati da gialle corolle, filature di nuvole candide, anse di fiume e sentieri di montagna.

www.vittorefrattini.com

Esposizione presso Valigeria Ambrosetti

GAMFRATESI

Lo studio GamFratesi viene fondato nel 2006 da due architetti, il danese Stine Gam e l’italiano Enrico Fratesi, ed è situato a Copenhagen. Gam Fratesi ha curato il design della linea di occhiali Orgren nel progetto Yuniko, linea di occhiali realizzati su misura tramite una scansione 3D del viso e prodotti singolarmente con tecnologia stampa 3D. La linea di design di GamFratesi esposta nel circuito della VDW2018 è ispirata dalla fusione di elementi di tradizione e novità nonché da un approccio sperimentale nella scelta dei materiali e nelle tecniche adottate. Grazie al loro doppio background, Stine Gam ed Enrico Fratesi disegnano sulle linee classiche dell’arredamento e produzione artigianale danese, ma anche seguendo il classico approccio concettuale ed intellettuale italiano. Comprendere a fondo una tradizione e trasporla in studio al fine di elaborarla, rende possibile la sua espansione. Da questo substrato inter-culturale i designers hanno creato prodotti che riflettono rispettivamente la tradizione, caratterizzati soprattutto dall’inserimento di storie, simboli e associazioni, spesso espresse in stile minimalista. GamFratesi aspira a creare pezzi che illustrino i processi e le tecniche che li hanno portati a creazione, e che riflettono una persistente indagine delle diverse linee di confine tra l’armonia e la disarmonia.

www.gamfratesi.com

Esposizione presso Ottica Vettore

ROBERTO GELINI

Laureato in Filosofia e decoratore, dipinge e disegna (ormai soprattutto nelle abitazioni altrui), e scrive non appena ne ha l’occasione. A guidarlo sono per lo più la curiosità e l’apertura a inaspettati e prolifici incontri, giacché per lui conoscere, oltre che comprendere e sperimentare, significa nascere insieme (come il francese con-naitre rivela meravigliosamente). Ha collaborato e collabora a diverse attività: editoriali, artistiche e culturali in genere.

Esposizione presso Color Temporary

MARCO LAVIT

Marco Lavit, dopo la maturità classica al Liceo Cairoli di Varese prosegue gli studi nella Ville Lumière. Numerose e di alto livello le esperienze lavorative e di studi che hanno caratterizzato gli anni della sua formazione; internship a Sydney, Londra, Milano, uno scambio alla RMIT di Melbourne e diversi workshops a Tokyo, Kyoto e Pechino. Iscritto all’ordine degli architetti di Parigi, fonda nel 2014 Atelier LAVIT esercitando la professione in Francia e in Italia. Partendo dal punto di vista architettonico, l’atelier porta avanti un lavoro di progettazione dell’oggetto dove il dialogo con gli artigiani ed il loro savoir-faire made in Italy rimane il punto cardine. Nel suo iter professionale Architettura e Design si muovono in un accattivante percorso parallelo nutrendosi dell’esperienza fotografica e scenografica, alla ricerca di un’essenzialità concettuale ma non materica, con una produzione atemporale.  Marco Lavit nella sua pur giovane carriera ha ricevuto numerosi premi tra cui il 2°premio World Architecture Workshop nel 2008 e il 1° premio Panerai per Le Corbusier nel 2015. La seduta Venezia, il tavolo Reconvexo ed il divano Atem sono parte della collezione di Nilufar Gallery a Milano e sono stati esposti alla Varese Design Week 2017. Marco è annoverato fra i «Rising Talent Awards» 2018 for Maison & Objet Paris e dall’inizio di quest’anno è Professore presso l’Ecole Spéciale d’Architecture (ESA) di Parigi.

www.atelier-lavit.com

MICHELE LAROTONDA

Nato a Potenza nel 1977. Si avvicina alla fotografia collaborando con uno studio a Varese e poi nel 2006 si diploma alla John Kaverdash School di Milano. Nel frattempo, spaziando vari generi di fotografia, si specializza in programmi Adobe (Photoshop, Lightroom e Dreamweaver). Nel 2014 apre Bottega Creativa che si occupa di foto, video e formazione. Nello stesso periodo inizia a collaborare con il mensile di architettura e design LIVING IS LIFE. Ha collaborato con altri marchi come DomoAdami, Chris Cerf, Marionnaud, Amazon e più recentemente con l’OGS, che vanta collaborazioni con rinomati studi di architettura italiani e internazionali. Le sue foto sono apparse su giornali quali L’eco di Bergamo, VareseNews, La prealpina, Lombardia Oggi, Il quotidiano e Il Giorno. Nel 2017 due sue fotografie sono state selezionate dalla Biennale di Venezia. Al momento lavora con artisti, riviste, designer e architetti e nel tempo libero si dedica totalmente alla moglie e al figlio.

www.michelelarotonda.com

Esposizione presso Ristorante Orchidea

LIGHT TALES

Light Tales propone soluzioni di arredo e complementi di arredo interamente realizzati a mano, dedicati a wine lovers che ricercano il “bello e ben fatto” Dalla collaborazione quotidiana tra artigiani, designer e architetti nel nostro laboratorio-falegnameria prendono vita sistemi modulari “chiavi in mano” per il mondo Retail, espositori per vino e soluzioni complete di arredo per raffinati indoor wine ambient, oltre a pezzi unici interamente personalizzabili Attraverso il sapiente utilizzo della luce, che si innesta nel legno pregiato illuminandolo, vino e distillanti divengono protagonisti del supporto espositivo, dando vita a soluzioni di arredo capaci di valorizzare l’estetica della singola bottiglia e il prestigio di ogni etichetta Un progetto in costante divenire in cui la manualità del saper fare artigiano, frutto dell’esperienza di tre generazioni, si coniuga con il rigore progettuale del design aprendosi ad innovative sperimentazioni materiche e funzionali, per offrire al degustatore una wine experience distintiva e raffinata Manifattura artigiana, realizzazione interamente Made in Italy, estrema cura dei dettagli, rigore progettuale, attenzione costante alla sostenibilità dell’intero ciclo produttivo sono gli emblemi di una idea di lusso contemporaneo che trova espressione in ognisoluzione di arredo Light Tales.

www.lighttales.it

Esposizione presso Cafè Broletto

YULIA PYANZINA

Yulia Pyanzina nasce nel 1988 a Yoshkar-Ola, nella Russia europea centrale, capitale della repubblica dei Mari, un tempo grande centro industriale della regione. In età molto precoce si dedica all’arte, scultura e disegno, attratta com’era dal genio artistico del nonno, poeta, ma anche stilista e pittore. Dopo la laurea in Architettura al Volga State University of Technology vince la borsa di studio e continua gli studi dal 2012 al 2014 al Politecnico di Milano. Concluso il ciclo di studi, inizia la sua carriera di architetto e interior designer da libera professionista, scegliendo come base l’area intorno al Lago Maggiore tra Piemonte e Lombardia, e negli anni collabora con diversi studi di architettura e design, uno di quali è lo studio dell’architetto Giovanni Luigi Gorgoni, che considera il suo maestro. Segue i progetti sia in Italia che all’estero tra quali sono residenze e spazi pubblici a Mosca e San Pietroburgo, progetti urbanistici e residenziali a Nairobi, Kenya, villaggio vacanze in Florida, Stati Uniti, progetti di interior design in India, Malaysia, Libano. Da 2017 collabora con la storica fabbrica romana delle ceramiche dipinte a mano Ceramiche Musa. L’evento della Varese Design Week ha fatto nascere la collaborazione con la storica falegnameria piemontese Serra 1938 con il progetto della collezione Colibri’ che esprime la leggerezza e il colore. I volumi con geometrie razionali ed il loro equilibrio uniscono funzionalità delle forme e giochi di colori naturali.

www.yuliapyanzina.com

Esposizione presso Color Temporary

SIMONE PATARINI

Designer poliedrico, sperimenta diverse tecniche prima di trovare il proprio canale espressivo; si avvicina alla pittura, realizzando quadri a china e matita, per poi riassumere le diverse tecniche acquisite nella realizzazione di pannelli e installazioni prevalentemente in ceramica. Ama sperimentare diverse tecniche artistiche, accostando ed unendo materiali eterogenei. Il suo rapporto con l’arte è un piacere e una continua ricerca personale, in una realtà standardizzata secondo canoni imposti dalla società, il pensiero di Simone Patarini è in continuo movimento. L’unicità delle sue creazioni fa in modo che ogni pezzo abbia una parte del suo essere.

Esposizione presso Globe Cafè, Quello che cercavo, ANCE, Apex

MARCO PIVA

Marco Piva definisce il suo linguaggio emozionante, fluido e funzionale, firmando realizzazioni legate all’architettura, al product e all’interior design. La sua ricerca materica e tecnologica, la differenziazione, l’innovazione progettuale sfociano nella fondazione dello Studio Marco Piva che spazia dai grandi progetti architettonici alla progettazione d’interni, fino al disegno industriale. In Giappone, a Osaka, ha partecipato alla progettazione e costruzione dell’innovativo complesso residenziale Next 21, negli Emirati Arabi Uniti a Dubai ha progettato i complessi alberghiero – residenziali Oceana e Tiara di Palm Jumeirah. Ha realizzato il Laguna Palace a Mestre, il Port Palace a Montecarlo, in Russia l’Hotel Mirage a Kazan, l’Una Hotel di Bologna, il T Hotel di Cagliari, il DoubleTree by Hilton a Mogliano Veneto, il complesso multifunzionale Le Terrazze a Treviso, premiato come una delle migliori architetture di recupero industriale. Recenti sviluppi sono il Centro Direzionale di Feng Tai a Pechino, il Centro Culturale di Yuhang, il Master Plan sul Dianshan Lake a Shanghai, le Ville private di Beverly Hills negli USA e il prestigioso Excelsior Hotel Gallia a Milano che ha ricevuto ben 12 riconoscimenti internazionali di architettura e design. Ha disegnato inoltre il Concept delle vetrine Bulgari di tutto il mondo e le Lounges Casa Alitalia per Alitalia. Lo Studio Marco Piva è attualmente impegnato nella realizzazione di complessi residenziali e prestigiose residenze private in Cina, Stati Uniti, India, Montecarlo, Italia e Albania, oltre che sulla progettazione di complementi di design per le più importanti aziende del settore. Ville prestigiose sono attualmente in costruzione a Beverly Hills, Los Angeles. Marco Piva Atelier Design ha disegnato per i più prestigiosi brands italiani di interior design

www.studiomarcopiva.com

Esposizione presso Erco Serramenti

CARLO RAMPAZZI

Carlo Rampazzi, architetto e designer svizzero di Ascona, ha ottenuto le sue qualifiche in architettura e interior design a Lugano e Parigi. Ha iniziato la sua carriera nel 1970 come designer internazionale, creando uno stile neo-massimalista che lo ha visto interpretare i mobili classici attraverso un tocco contemporaneo. Nel 1974 ha fondato la sua azienda Selvaggio SA, con sede principale ad Ascona, Svizzera. Seguendo questo percorso creativo, nel 1988 ha lavorato con Alessandro Mendini ad Abitare il Tempo, a Verona. All’inizio degli anni ’90 è diventato uno degli interior designer di maggior successo del mondo, lasciando il suo segno inconfondibile in molti progetti ben noti, tra i quali il Gran Hotel Tschuggen di Arosa, l’Hotel Eden Roc di Ascona e il Carlton Hotel a St.Moritz. Nel 2003 ha fondato, in collaborazione con Sergio Villa, una propria linea di edizioni limitate di mobili, accessori e tessuti. Recentemente ha scoperto un interesse per la moda e per il design calzaturiero. La sua creatività apre le porte delle case del mondo alle famiglie che apprezzano non solo il suo talento artistico, ma la sua capacità di capire i loro sogni e fantasie. Nuovo concetto di Carlo Rampazzi, “Maximinimalismobili” deve essere inteso come una risposta al mainstream attuale nel design. Ignorando le idee in voga, la sua creatività visionaria, unifica nuovamente passato, presente e futuro in un design senza tempo. Esso riflette la sua visione di coniugare il design barocco opulento della sua collezione “opus futura” con le ridotte, linee semplici e chiare della collezione minimal.

www.carlorampazzi.com

Esposizione presso Base Blu

STELLA RANZA

Consegue il diploma in scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, specializzandosi con Oreste Quattrini ed Ernesto Ornati. Studia l’arte dello scalpello e del marmo a Pietrasanta presso Pasquale Martini. Frequenta le storiche fornaci IBIS di Cunardo dove affina le tecniche ceramiche. Per scelta predilige alle mostre personali quelle con artisti selezionati in funzione di un possibile dialogo, prendendo in considerazione diverse tecniche e approcci sia alla pittura che alla scultura.

Esposizione presso Color Temporary

REMIDA VARESE

ReMida Varese, presso il Chiostro di Voltorre, è un centro di riuso del materiale di scarto aziendale dove attraverso laboratori, formazione ed eventi, bambini, ragazzi e adulti vengono coinvolti in avventure creative, regalando una seconda vita a ciò che è destinato ad essere buttato.

www.facebook.com

Esposizione con installazione “DATH DATH” presso Piazza Forzinetti, realizzata da Enrico Casmirri dell’Associazione Altrementi che gestisce progetto Remida.

SERRA1938

Le origini della falegnameria Serra risalgono agli anni 30 del secolo scorso, fondata da Egisto Serra, nato ad Ottange in Francia nel 1912, dove i genitori si erano trasferiti da Castrocaro Terme in Emilia Romagna per gestire un albergo di proprietà e sfruttare miniere per estrazione materiale litoide. La falegnameria oggi si propone con una nuova veste più moderna ed efficiente, con 3 reparti: il reparto tecnico con 2 stazioni su cui è stato montato il programma Top Solid wood 3D con le Funzioni speciali per il legno, la Modellazione 3D senza limiti, il Rendering realistico integrato, la Soluzione CAM su misura 3-4 e 5 assi, con Modellatore esatto Parasolid; il reparto artigianale specializzato nelle lavorazioni dei masselli, delle impiallacciature nobili; il reparto industriale con macchine computerizzate e centri di lavoro elettronici per migliorare l’efficienza produttiva. Con la nuova impostazione commerciale la falegnameria si propone con la propria rete di vendita a Montecarlo, in Russia, nei Paesi Bassi, in Svizzera e negli USA. Grazie alla grande elasticità di produzione è in grado di vestire dai piccoli ambienti alle grandi ambientazioni con arredamenti progettati e realizzati su misura proponendo al cliente infinite varietà di materiali e finiture.

www.serra1938.it

Esposizione presso Color Temporary

FILIPPO ZAGNI

Nasce a Merate (LC) il 24 dicembre 1967, si diploma in Design per l’architettura e gli interni nel 1986 presso l’ISA di Monza. La carriera di Modellista inizia a Milano nel 1988 presso la famosa bottega di Giovanni Sacchi in via Sirtori, dove per dieci anni si forma a contatto con Sacchi e i suoi collaboratori, creando modelli per alcuni tra i più famosi Architetti e Designer. In seguito alla chiusura della bottega nel 1997, inizia a lavorare nel suo Laboratorio, prima a Milano e poi a Merate (LC). Con Giovanni Sacchi ha imparato l’arte di lavorare il legno, ma in proprio ha sperimentato altre tipologie di materiali quali il plexiglass, i metalli e le resine, un cambiamento necessario per soddisfare le necessità dei committenti e del mercato contemporaneo. Oggi è un professionista affermato, che collabora con svariati settori del design, dell’architettura e dell’industria italiane e estere, realizzando modelli sia in scala che reali, dal cucchiaio al satellite per la NASA. Il suo iter lavorativo gli permette di lavorare a stretto contatto col cliente interagendo in tempo reale sulle eventuali modifiche in corso d’opera che sono parte fondamentale del “Buon design italiano” e di quel “Saper fare Artigiano” di cui Sacchi era Maestro.

www.filippozagnimodellista.it

Esposizione presso Galleria Ghiggini