Besozzo

Ex copertificio Sonnino di Besozzo


Quello che oggi è noto come l’ex copertificio Sonnino di Besozzo, è una antica fabbrica costruita sul fiume Bardello (dove sin dal 500 esistevano ruote di mulini) verso la fine del ‘700.
Il primo nucleo fu un’officina chiamata in dialetto “Machineta”, ma a metà dell’800 gli industriali del settore tessile, i Cantoni, stabilirono nell’edificio la torcitura dei materiali che poi venivano trasportati a cavallo a Castellanza per la filatura.
La costruzione di tre piani comprendeva anche gli alloggi per le 400 donne, quasi tutte bergamasche che vi lavoravano.
La struttura in cemento armato e i saloni vennero costruiti ai primi del ‘900. In pieno conflitto mondiale, il complesso venne acquistato dalla famiglia Sonnino, ma destinato a Caserma dei Bersaglieri prima e in seguito utilizzato per lo stampaggio di parti di carri armati.
Dopo la fine della guerra e un’adeguata ristrutturazione da parte della famiglia Sonnino, il copertificio riprese la sua attività con il ciclo completo di cardatura, filatura, tintura, tessitura, lavaggio e garzatura.
L’energia elettrica era prodotta da una turbina che utilizzava la forza del fiume e che è rimasta in funzione, aiutata da un alternatore, fino a quando non è stata sospesa la produzione nel 1983 a causa della crisi del settore.
Negli anni ’90, il Comune di Besozzo ha acquistato la ex fabbrica che dopo 20 anni di chiusura e degrado è stata oggetto nel 2015 di un concorso di idee, indetto proprio dall’Amministrazione Comunale, per la riqualificazione dell’ex area industriale (15mila mq) che costeggia il fiume Bardello e si trova a metà strada tra la parte inferiore e quella superiore di Besozzo.
Il concorso, al quale hanno partecipato 14 studi di progettazione, giudicati da esperti del Politecnico di Milano e dell’Accademia di architettura di Mendrisio, è stato vinto dagli architetti milanesi Roberta Cattorini e Stefani Diede con un progetto intitolato: “Costruire il Ri-Uso”, con progetto di residenze sociali, abitazioni private, grandi spazi per laboratori ed espositivi, piazze e percorsi, sono previste nel progetto.

Al momento l’edifico è stato messo in sicurezza ed ha accolto nei propri spazi già 3 mostre e alcune manifestazioni culturali.

 

PROGRAMMA BESOZZO
VareseDesignWeek

orari apertura EX SONNINO:
venerdì 7 aprile 15.00/20.30
sabato 10.00/19.00
domenica 10.00/20.30
lunedì/martedì/mercoledì e giovedì: 15.00/19.00

Durante il weekend un servizio di navette gratuito sarà attivo per raggiungere le location di Comerio e Besozzo. Per info rivolgersi al corner VDW allo I.A.T. presso la Camera di Commercio in Piazza Monte Grappa 5, angolo via Bernascone – tel.0332.281913. Uno spazio dedicato alla Varese Design Week, che effettuerà orario continuato dalle 9.30 alle 17.30, per tutta la durata dell’evento.

 

Venerdì 7 APRILE

DALLE 15.00 APERTURA DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA EX SONNINO

ORE 21.00 – il Comune organizza: concerto, sponsorizzato da MUSICAL BOX BESOZZO, di Paolo Bonfanti, bluesman genovese, chitarrista raffinato tra i migliori musicisti blues in Italia in duo con il bassista di estrazione jazz Nicola Bruno (piu’ volte al fianco di grandi artisti italiani).

 

Sabato 8 APRILE

ORE 15.00 – EX COPERTIFICIO SONNINO, via De Bernardi 17 – Besozzo (VA)
Inaugurazione della seconda edizione della VARESE DESIGN WEEK in presenza delle Autorità.
Intervento dell’Associazione AIL VARESE ONLUS.
In occasione ci sarà un tour con i ragazzi del Liceo Artistico A. Frattini
segue buffet

ORE 16.00 – EX COPERTIFICIO SONNINO, via De Bernardi 17 – Besozzo (VA)
Visita guidata all’ex copertificio Sonnino, organizzata dal Comune. Chi volesse partecipare dovrà presentarsi circa 15 minuti prima all’ingresso dell’edificio.
Durante la visita sarà possibile assistere alla costruzione della sedie polifunzionale realizzata interamente in pallet da Roberto Trobyz su progetto di Ornella Nicola dall’Associazione Humanitars14.

 

Domenica 9 APRILE

ORE 10.30 – EX COPERTIFICIO SONNINO, via De Bernardi 17 – Besozzo (VA)
Visita guidata all’ex copertificio Sonnino, organizzata dal Comune. Chi volesse partecipare dovrà presentarsi circa 15 minuti prima all’ingresso dell’edificio.

ORE 15.30 – tour con i ragazzi del Liceo Artistico A. Frattini

ORE 21.00 Il Comune organizza: concerto del trombettista Marco Pierobon accompagnato dalla filarmonica di Besozzo negli spazi dell’ex fabbrica “Sonnino”. Suonerà 3 brani e 4 li suonerà la filarmonica da sola. La durata del concerto sarà all’ incirca di un’ora.

 

LE ESPOSIZIONI

 NELLO SPAZIO ESPOSITIVO SARANNO PRESENTI LE OPERE DI:
L’artista locale:
– Lo scultore Fabio Castelli con i paesaggi scolpiti nei tronchi.

Gli artisti e designer ospiti:

– il designer Marco Lavit Nicora

– I Falegnami in Cantello: bottega artigiana

– architetti Andrea Maffei e Stefano Cammarata con il camino “sifossefoco”

– AeL Croci presenta una nuova collezione di pietra lavica smaltata creata  in collaborazione con diversi designer e architetti: Francesca Croci: Graphic Designer partner  dello studio Cherries Comunicazione, Elena Brusa Pasquè: Titolare studio Brusa Pasquè architetti associati, Pietro Ferrario and Francesco Enea Castellanza: fondatori studio OASI Architects, Andrea Del Pedro Pera: fondatore studio Ande Architettura, Giacomo Scandolara,Gabriele Donini e Pablo Galbusera: fondatori di Giga Design Studio,Silvana Barbato.

– l’artista Roberto Spadea e l’architetto e artista Felice Terrabuio.

– l’artista Beatrice Spadea

– l’artista Sonia Scaccabarozzi

– gli artisti dell’associazione Humanitarts14

– gli artisti dell’associazione il ponte degli artisti hanno realizzato per il terzo paradiso ” l’angelo della rinascita” basata sul tema del Rebirth

 

ALL’INTERNO DELLO SPAZIO ESPOSITIVO SARA’ PRESENTE UN’AREA RELAX E CAFFETTERIA ORGANIZZATA DA: L’ALAMBICCO di Besozzo con esposizioni di PORRINI MODA &CASA, allestimento con il supporto di HOME DISTRICT e ANDREA MORONI Manutenzione e Costruzione Giardini.

Con il contributo di Regione Lombardia